Roberto Rossi è un romantico sui generis, pragmatico e un pò daltonico; un sognatore che reinventa le Harley attuali con occhi da vecchio appassionato, tradizionalista ma non nostalgico. Per lui la forma coincide col contenuto; una cosa bella lo soddisfa più di una veloce. Preferisce costruire moto speciali piuttosto che girare con moto anonime. Fa più chilometri con la fantasia; batte strade secondarie dimenticate in sella a mezzi del passato.

Roberto crea pezzi unici con perizia e sensibilità “sartoriale”; sceglie personalmente, con un gusto superiore, ciascun minimo dettaglio, arrivando ad ideare modelli ogni volta inediti, che nascono dalla profonda sintonia con ciascuno dei suoi fortunati clienti.

Ogni moto che viene personalizzata da Roberto in base alle esigenze del cliente, è frutto di passione, scelta dei materiali, del look, dei colori e di una infinità di dettagli dati da una maniacale scelta di accessori prodotti personalmente con grande talento artigianale. Un mondo magico, un viaggio nel tempo, tra tradizioni profonde, storia genuina e cultura della meccanica. Ogni progetto realizzato da Roberto si basa infatti su un grosso lavoro di ricerca e documentazione, dettato dal desiderio costante di ricercare nel passato glorioso quel dettaglio che fa la differenza e che ha reso indimenticabile una moto dell’epoca, una macchina, un pilota, una corsa. Ad un primo approccio lo stile delle motociclette Rossi mantiene sempre un certo Rossi family feeling, ma è sempre il dettaglio che fa appunto la differenza, che rende queste motociclette veramente uniche; dettagli nascosti, quasi sempre impercettibili alla vista “umana”, ma sempre presenti e sempre d’effetto, azzeccati e mai scontati.

Come un capo di alta sartoria, queste motociclette appaiono sempre eleganti, pulite, mai appariscenti, e non soprattutto non passano mai di moda.

Vivere nella campagna mantovana e respirarne il sapore. Vivere a due km da dove è nato Tazio Nuvolari. Respirarne il valore. Vivere nel mito, ricalcarne le strade, scorrerne gli orizzonti piatti. Crescere nelle cose semplici che semplici non sono. Coltivare questa passione nel modo più vero, più semplice. Che semplice non è.

  • Nessun prodotto nel carrello.